auravide auravide

QUANDO FINISCE IL KARMA?

por WebMaster
Publicado dia 10/12/2008 18:09:58 em STUM WORLD

Compartilhe

Facebook   E-mail   Whatsapp

Maria Silvia Orlovas - [email protected]

Traduzione di Angela Li Volsi - [email protected]

Tutti noi nasciamo per una questione karmica, perché karma significa azione. La vita è una continua azione, movimento, trasformazione e reazione ai nostri desideri, atteggiamenti e emozioni. Quando studiamo profondamente la spiritualità ci rendiamo conto di non essere prigionieri del destino. Comprendiamo anche come tutto succede e cominciamo a cambiare quello che è possibile per migliorare la vita. In questo senso, non esistono vittime del karma, né signori totalmente padroni del loro destino.

Il primo passo nella comprensione del karma e nel processo di liberazione è la presa di coscienza, e non è per niente facile assumere la nostra responsabilità di fronte a tutto quello che ci circonda. Molto spesso ci sentiamo sconfitti e guardiamo alla vita e alle persone come fonte di incomprensioni e tristezza. Non cambiamo la morte o la malattia di qualcuno, cosí come non possiamo cambiare la realtà di una disoccupazione, o la fame del mondo. Nonostante tutto, non dobbiamo trascurare le nostre attitudini giornaliere rispetto alle azioni possibili. Molto può essere trasformato dalle nostre attitudini. Persino un’associazione o un matrimonio, un fidanzamento possono essere trasformati dalla nostra azione. Capire le persone, quello che motiva le loro attitudini, guardare profondamente dentro di noi e comprendere se continuiamo ad accettare o no la forma di convivere con l’altro, può mettere fine a un karma.

Laura è venuta a cercarmi perché aveva letto i miei libri. In seguito ha portato il marito, la suocera e la sorella. Poco a poco sono venuta a conoscere la sua famiglia e a prendermi cura di ognuno individualmente. Dopo aver dato alla luce suo figlio, è ritornata per una sessione individuale, ma non voleva entrare in contatto con vite passate. In realtà, voleva un’opinione sulla sua vita familiare perché aveva avuto fiducia negli orientamenti spirituali ricevuti anteriormente.

“Credi che io possa uscire dal mio matrimonio? Non starò fuggendo dal mio karma?”

Mi chiese a bruciapelo. In seguito ha cominciato a spiegarmi che si era sposata per riempire un vuoto lasciatole dalla fine di un‘antica relazione. Aveva pensato che tutto sarebbe andato bene con l’attuale marito perché si trattava di una brava persona, onesta e lavoratrice, ma con il tempo aveva cominciato a sentirsi triste, demotivata e senza stimolo per rimanere con lui. Scoprí che non lo amava piú...

“Maria Silvia, se ho assunto questo impegno spirituale di stare con mio marito e costituire una famiglia, come posso adesso abbandonare tutto? Starei venendo meno al mio impegno karmico?”

Le ho spiegato che dobbiamo essere onesti, in primo luogo, con la nostra coscienza. Non possiamo mentire a noi stessi, né fuggire da quello che sentiamo. Se esiste amore vale la pena di continuare e lottare perché tutto si risolva per il meglio, per perdonare l’altro, per capire gli ostacoli che la convivenza mette sul nostro cammino. Però, se non esiste amore non esiste nessun legame.

Rimanere con qualcuno perché si tratta di una relazione karmica non è un pensiero corretto. Sarebbe corretto mentire a noi stessi? Far finta di amare qualcuno e alimentare continuamente la rabbia di dover rimanere al fianco di questa persona? Il nostro (o la nostra) partner merita di essere ignorato o tradito?

È ovvio che ogni caso è un caso, ogni storia ha le sue sfumature e ogni relazione racchiude un insegnamento importante. Sono completamente a favore del matrimonio e delle relazioni affettive stabili, perché quando ci sentiamo perduti in cerca di qualcuno, le emozioni sono molto tormentate e difficilmente le persone affrontano con la dovuta tranquillità la solitudine e le pause fra una relazione e l’altra. Sembra persino che rimanere soli sia una conquista di anime sagge, perché rimanere soli non è un peso per le persone in pace con se stesse. A volte, è una fase importante nella vita, quando sorgono altre priorità e insegnamenti. Però, in questo testo non sto analizzando la solitudine, ma il termine di un karma.

Nel caso di Laura, era l’ora di terminare, anche perché quando è venuta a cercarmi aveva già deciso di cambiare la sua vita e sentiva nel suo cuore che se rimanesse con il marito farebbe male ad entrambi. Si era accorta di star diventando irritabile e negativa nella convivenza, il che le procurava sentimenti di colpa e la faceva sentire prigioniera della relazione. Come lei stessa aveva detto, non era stata educata per separarsi e non avrebbe mai immaginato che questo potesse succederle. Ma era successo e la vita era cambiata, e allora perché non accettare i cambiamenti del destino?

Laura poteva interagire nella sua storia. Chiaramente avrebbe potuto scegliere di cambiare il suo cammino, e fu quello che fece, anche sapendo che avrebbe corso rischi e riconoscendo che la vita è piena di sorprese, di fatti incontrollabili e di cambiamenti. Pen sò a lungo e arrivò alla conclusione che avrebbe potuto persino sbagliare nella sua scelta di separarsi, ma sentí che aveva bisogno di essere fedele al suo cuore.

I Maestri insegnano che la saggezza consiste nel guardare alla nostra vita con molta chiarezza mentale per assumere un‘azione corretta e liberatrice. Cambiare il karma è possibile, ma ci vuole il coraggio di affrontare il nuovo e di correre rischi. Dobbiamo anche ricordare che certe storie sono destinate a finire. Alcune persone vengono in questa vita per vivere due o piú relazioni affettive. Non esiste una misura standard, né ci sono risposte assolute: finché siamo vivi, le cose possono succedere e il karma si può risolvere.


estamos online

Compartilhe

Facebook   E-mail   Whatsapp

starstarstarstarstar
O artigo recebeu 1 Votos

Gostou?   Sim   Não  



Sobre o autor
clube WebMaster é es el Apellido usado por el Somos Todos UM para poner en el aire artículos recibidos de nuestros asociados, amigos y usuarios de la Web.
Email: [email protected]
Visite o Site do Autor

Veja também
artigo Treinando a não-mente
artigo Horário
artigo Ativação dos sentidos interiores
artigo Amigos extrafísicos


As opiniões expressas no artigo são de responsabilidade do autor. O Site não se responsabiliza por quaisquer prestações de serviços de terceiros.

auravide

 

Voltar ao Topo

Siga-nos


Somos Todos UM no Smartphone
Google Play


© Copyright 2000-2020 SomosTodosUM - O SEU SITE DE AUTOCONHECIMENTO. Todos os direitos reservados. Política de Privacidade - Site Parceiro do UOL Universa